Bonus vacanze 2020. Chi può richiederlo e come

Bonus vacanze 2020. Chi può richiederlo e come

Il bonus vacanze è la novità istituita dal Governo per rilanciare il turismo dopo la pandemia. Si tratta di un contributo economico che arriva a massimo 500 euro a nucleo familiare composto da più di due persone. Si riduce a 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e a 150 euro per quelli composti da una sola persona.

Chi può riceverlo

Il contributo è riservato alle famiglie che decidono di trascorrere le proprie vacanze presso una struttura ricettiva italiana. È uno sconto sul costo totale della vacanza. L’80 per cento del valore del bonus si ottiene come riduzione al momento del pagamento in albergo. Il restante 20 per cento è recuperato come detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi 2021.

Per esempio: con il bonus di 500 euro lo sconto diretto è di 400 euro al pagamento in albergo e di 100 euro da detrarre nella dichiarazione dei redditi del 2021 fatta dalla persona a cui è intestata la fattura.

Quando si può fare domanda

Il bonus si può richiedere dal 1° luglio  fino al 31 dicembre 2020. Il 17 giugno l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento attuativo con tutte le regole per richiedere la tax credit vacanze e usare lo sconto.

Come si richiede

Il contributo è riservato alle famiglie con ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) inferiore a 40mila euro. La domanda deve essere fatta attraverso l’app dei servizi pubblici IO, gestita da PagoPA Spa.

Prima di richiedere il bonus vacanze è indispensabile avere il proprio ISEE ed essere in possesso dello SPID o della Carta d’Identità Elettronica.

Molti alberghi di Riviera Adriatica Hotel accettano i bonus. Invece sono stati esclusi dallo sconto soggiorni prenotati tramite portali tipo Booking o Airbnb.